Lavoratori.Blog

Lavorare per Armani:
opinioni e recensioni

Se c’è un marchio – o brand che dir si voglia – tutto italiano ma che è conosciuto in tutto il mondo nel campo della moda, questo è Armani.

Giorgio Armani, stilista e imprenditore di successo, fonda il marchio che porta il suo nome nel 1975. Oggi, dopo più di quarant’anni di successi imprenditoriali, siamo di fronte a una Società per Azioni (con sede a Milano) che produce abbigliamento, accessori, profumi, cosmesi ma anche occhiali, gioielli e complementi d’arredo. Il gruppo conta più di 8206 dipendenti (dato del 2018), un fatturato di oltre 2635 miliardi di €.

Insomma, i numeri parlano da soli: un successo internazionale con dati finanziari e commerciali di tutto rispetto se si aggiunge la proprietà di 531 punti vendita e ben 7 poli industriali. Nel report 2018 inoltre, si legge che anche la liquidità del gruppo è in crescita, a dimostrazione che la struttura finanziaria e patrimoniale è capace di generare cash flow e autofinanziare gli investimenti programmati.

Giorgio Armani, un po’ di storia

Per comprendere il successo senza sosta del brand Armani, è bene dare un’occhiata ai vari marchi che si sono diversificati nel tempo. La carrellata seguente non è certo esaustiva perché i marchi Armani non finiscono di certo qui:

Giorgio Armani Privé: collezioni selezionate di altissima qualità ed estremo lusso;

Armani/Casa: firma dell’arredamento di lusso, raffinato e confortevole;

Emporio Armani: collezioni moderne, dinamiche e sportive;

EA7: il marchio che contraddistingue l’abbigliamento tecnico e sportivo;

Armani Exchange: è la collezione dedicata a chi vive uno stile metropolitano, dinamico e moderno;

Armani/Fiori: il lusso non poteva non ispirare questa collezione di oggettistica per casa e giardino;

Armani Hotel & Resorts: anche nel settore dell’accoglienza alberghiera, Armani firma il lusso, garantendo ai clienti alta qualità e cura del dettaglio;

Giorgio Armani Beauty: profumi e make – up di grande eleganza e qualità portano il nome del celebre stilista italiano;

Armani/Dolci: nel 2002 il marchio Armani sceglie anche il food firmando i gusti più raffinati e le materie prime più scelte.

Denominatore comune della produzione Armani è l’accurata selezione delle materie prime e dei materiali, l’eleganza delle linee estremamente ricercate e sobrie e la cura dei dettagli, anche minimi.

Oggi se si pensa all’eleganza made in Italy, il punto di riferimento è senza dubbio il marchio Armani

Oggi il nome di Giorgio Armani identifica l’eleganza e il lusso della moda italiana. Linee essenziali ma raffinate per capi d’alta moda, profumi e gioielli: lo stile Armani è inconfondibile per la sua eleganza informale, le sperimentazioni cromatiche, il rigore delle linee.

Armani Group, sostenibilità, solidarietà e attenzione al cliente

Oggi la mission aziendale di Armani Group si ispira alla sostenibilità per garantire al cliente prodotti e servizi di qualità, sicuri e attenti all’ambiente. Tutela ambientale e utilizzo efficiente delle risorse servono a ridurre gli impatti ambientali lungo tutta la catena del valore.

Ne ha fatta di strada il marchio Armani, aggiungendo nel corso del tempo diverse tappe: 1975 fondazione, 1980 primo contratto di licenza con L’Oreal per la produzione e distribuzione di profumi e cosmetici, 1981 lancio della linea Armani Junior, Emporio Armani e Armani Jeans. E poi ancora, inarrestabile nella sua espansione, nel 1988 il lancio della linea Occhiali, nel 1989 il primo negozio a Londra, nel 2000 il primo concept Casa.

Oggi il gruppo è ben radicato non soltanto sul territorio italiano ma europeo ed extraeuropeo e si contraddistingue anche per l’etica e la solidarietà. Molto attenta agli aspetti umanitari, attraverso la fondazione omonima, promuove progetti e programmi solidali.

La Fondazione Armani, ente costituito nel 2016, realizza progetti di utilità pubblica e sociale, in coerenza con un brand e con la sua identità da sempre contraddistinta da trasparenza, etica professionale e sociale.

Solidità finanziaria e patrimoniale del gruppo, si accompagnano a una visione moderna e sostenibile che mette al centro dei prodotti e dei processi aziendali la tutela dell’ambiente e il rispetto della società. Il gruppo si è dotato di un codice etico che si ispira a integrità, trasparenza e condivisione. Secondo le regole contenute del codice, i comportamenti di dipendenti e collaboratori si conformano a standard etici elevati, nella consapevolezza che un clima di collaborazione e fiducia, contribuisce a far crescere il gruppo.

L’attenzione nei confronti del cliente è una componente fondamentale per le aziende che vogliono essere competitive sullo scenario e sul mercato internazionale. Mettere al centro il cliente, in un’ottica di marketing, significa dare valore al bene più prezioso che l’azienda ha. Per questo ogni esperienza d’acquisto deve essere unica come unico è il marchio, perchè il cliente deve essere soddisfatto non solo del prodotto in sè, ma anche dei servizi accessori e connessi al capo d’abbigliamento, piuttosto che al profumo o al make – up. Ogni store accoglie il cliente in un ambiente di stile, unico e irripetibile.

Gruppo Armani, come lavorare per il brand del lusso made in Italy

Entrare a far parte del team Armani è stimolante per chi vuole mettersi alla prova con un ambiente professionale dinamico, moderno e di qualità. Le opportunità professionali e di carriera in Armani sono diverse sia per area di interesse che per nazione. Sul sito ufficiale è possibile consultare periodicamente le posizioni per il settore del general management, delle risorse umane, della finanza e del design ma anche nel marketing e nella comunicazione, nelle vendite e nella catena logistica.

Per inviare la candidatura, si seleziona la posizione richiesta e si accede con le credenziali del proprio account (se si è già utenti registrati) oppure si effettua una nuova registrazione. Per ogni posizione aperta è riportato in dettaglio di cosa si dovrà occupare la risorsa professionale, ovvero di quali attività si dovrà occupare. Inoltre è riportato il profilo richiesto (se diplomato o laureato), le conoscenze linguistiche e informatiche che deve possedere il candidato e le competenze trasversali utili a ricoprire quel ruolo.

Il Gruppo Armani non trascura l’importanza della formazione: per questo eroga per i suoi dipendenti e collaboratori corsi di formazione e seminari di aggiornamento utili a rendere sempre più professionale il proprio lavoro.

Armani: l'opinione di chi ci lavora

100%
100%
60%
40%
75%
voto finale
Lavori per Armani?
Invia il tuo voto anonimo

Invia recensione anonima

Oltre a valutare la tua esperienza lavorativa in Armani utilizzando stelline, puoi inviare una recensione utilizzando il modulo sottostante. Ci teniamo a sottolineare che non siamo in alcun modo legati a Armani. Tutte le recensioni sono anonime: per tutelare la tua privacy, non è richiesto né nome né indirizzo e-mail. Per lo stesso motivo, cancelliamo tutte le recensioni contenenti informazioni personali o che possano rendere una persona identificabile. Infine, sono vietati commenti con contenuti volgari, offensivi o discriminatori.

Scheda aziendale

  • Settore:
  • Anno di fondazione: 1975
  • Dipendenti: 8200
  • Sede: Milano
  • Fatturato: € 2635 Miliardi

Seguici su