Lavoratori.Blog

Lavorare per Burger King:
opinioni e recensioni

Negli Anni cinquanta in America, complice il clima di ricostruzione post – bellica e l’evoluzione degli stili di vita e di consumo, nasce BURGER KING® :James McLamore e David Edgerton aprono il primo fast food e ad oggi sono oltre 11 milioni i clienti che ogni giorno mangiano nei ristoranti Burger King in tutto il mondo.

Con oltre 34.000 dipendenti e un fatturato di 4,576 miliardi di dollari, la celebre catena internazionale  con sede a Miami, si afferma come un vero e proprio punto di riferimento nel settore del fast food.

Il fatturato medio di un ristorante Burger King italiano è di circa 1,3 milioni di euro. Le differenze tra un ristorante e l’altro dipendono da fattori strategici come a esempio la collocazione nel contesto urbano, la presenza in aree ancora scoperte e la composizione sociale e demografica della clientela.

Oggi tutti conoscono o hanno mangiato almeno una volta nella vita il mitico WHOPPER: l’hamburger tutto carne di manzo cotta alla griglia che viene sempre preparato al momento, in modo da avere un panino fresco e gustoso.

assunzioni burger king

Burger King, alla scoperta dei prodotti e dei servizi offerti

Come ogni fast food che si rispetti, Burger King punta all’offerta di pasti veloci e menu che possano accontentare ogni esigenza della clientela. Dal manzo al pollo, fino al pesce i panini Burger King sono accompagnati da verdure fresche, snack, insalate e per completare il pasto anche bevande e dessert.  Le materie prime sono sottoposte a  rigidi controlli di qualità per assicurare freschezza e sicurezza.

Il fast food è spesso un’esperienza che si vive in famiglia: per questo Burger King pensa sempre a nuove offerte per garantire il miglior rapporto qualità /prezzo. Molti prodotti partono anche da 1 € , mantenendo gusto e qualità. Burger King ha pensato anche ai più piccoli offrendo menu adatti alel loro esigenze con un piatto principale, contorno e bevanda.

Burger King, le strategie di marketing della ristorazione veloce

Il fast food non è solo mangiare un pasto veloce, ma è soprattutto un’esperienza. Burger King lo sa bene, è consapevole che oggi mangiare non è solo cibo ma è soprattutto marketing. La clientela è al primo posto con le sue esigenze. Il consumatore è il protagonista e se sceglie Burger King è perchè sa di trovare un ambiente che offre una varietà di sempre nuovi prodotti e soprattutto sa di trovare un requisito indispensabile: la velocità. Offrire un servizio veloce significa anche avvalersi di tecnologie avanzate che possano supportare una ristorazione rapida ma al tempo stesso di qualità (app per essere sempre aggiornati e tantissime altre funzionalità per prenotazione e asporto). Mangiare velocemente non significa rinunciare al gusto e a un ambiente confortevole, a mangiare in compagnia e perchè no anche divertendosi.

Burger King non è solo pasto, ma anche colazione e caffè.  Cominciano a crescere sul territorio anche i Burger Cafè, caffetterie dove gustare torte, muffin e cornetti,  brioches, tè e infusi, ma anche merende a base di birra, aperitivi e snack sfiziosi.

I ristoranti Burger King in Italia

Burger King è presente in tutta Italia con ristoranti che offrono parcheggio, wi – fi libero e aperti 24 ore su 24. Da Burger King è possibile festeggiare compleanni e ricevere comodamente la consegna dell’ordine a casa tua.

Il primo ristorante italiano viene inaugurato a Milano nel 1999 e nel giro dei 15 anni successivi,  il numero è aumentato a oltre 100. Oggi, dopo venti anni, sono 200 i ristoranti in Italia e l’azienda è in continua espansione sul territorio. Sono previste infatti, aperture di altri punti vendita. Questo significherà nuove assunzioni e nuove possibilità di lavoro in un settore che non conosce crisi. Si stimano infatti trenta nuove inaugurazioni all’anno.

Lavorare per Burger King, ecco come fare

Un’azienda di rilevanza internazionale, ha sempre bisogno di nuovo personale che possa dare un contributo a migliorare la competitività e mantenere alta l’immagine di un brand conosciuto in tutto il mondo.

Entrare a far parte della squadra di Burger King significa lavorare in un team giovane e dinamico, sposare una vision aziendale che mette al primo posto personale giovane, formato e qualificato. Infatti l’età media del personale è di 26 anni e il programma di assunzione mette al centro la formazione con master gratuiti, corsi di marketing management aperti anche a chi non lavora in Burger King ma vuole specializzarsi nel food marketing.

Candidarsi è semplice: l’azienda promuove diverse figure professionali indicando la sede di servizio. Le professioni sono varie, anche se la tipologia più richiesta è l’addetto al fast food  che si occupa di accogliere e servire la clientela dal momento dell’ordine fino al pagamento. L’addetto al fast food ha un compito importante che è quello di assicurare al cliente la somministrazione di una ristorazione che sia conforme agli standard aziendali di sicurezza.

Per svolgere le mansioni di addetto al fast food non sono richiesti particolari requisiti ed esperienze se non attitudine al lavoro di gruppo, capacità e disponibilità nei confronti della clientela. Il reclutamento può avvenire anche attraverso tirocinio retribuito e inquadrato poi con contratto part – time.

Burger King, possibilità di investire nel franchising

Per chi aspira  a posizioni più rilevanti dal punto di vista imprenditoriale, la scommessa che fa Burger King è quella di trovare dei franchisee. La formula del franchising offre molti vantaggi tra cui quello di essere affiancati dall’azienda passo dopo passo, dall’apertura alla gestione del punto vendita.

Burger King infatti, è vicina a chi vuole investire nel suo brand e segue tutti gli affiliati nell’allestimento del punto vendita, nelle loro strategie commerciali e promozionali.  A livello territoriale, l’obiettivo di copertura di tutta la penisola potrà aprire nuovi scenari di investimento e di profitto: piani di espansione quinquennali sono previsti soprattutto in Puglia, Campania e Calabria. Stando a una dichiarazione recente  è richiesta una entry fee di  3000 dollari per ogni anno di durata del franchising (di solito compreso tra i 15 e i 20 anni) e royalty pari a una percentuale dell’11% del fatturato lordo.  Il vantaggio per il franchisee è quello di fruire di un brand conosciuto in tutto il mondo, attrattivo e consolidato e che a livello di mercato può contare su una quota molto competitiva.

Burger King: l'opinione di chi ci lavora

80%
100%
80%
80%
85%
voto finale
Lavori per Burger King?
Invia il tuo voto anonimo

Invia recensione anonima

Oltre a valutare la tua esperienza lavorativa in Burger King utilizzando stelline, puoi inviare una recensione utilizzando il modulo sottostante. Ci teniamo a sottolineare che non siamo in alcun modo legati a Burger King. Tutte le recensioni sono anonime: per tutelare la tua privacy, non è richiesto né nome né indirizzo e-mail. Per lo stesso motivo, cancelliamo tutte le recensioni contenenti informazioni personali o che possano rendere una persona identificabile. Infine, sono vietati commenti con contenuti volgari, offensivi o discriminatori.

lavorare per burgerking italia

Scheda aziendale

  • Settore:
  • Anno di fondazione: 1954
  • Dipendenti: 34.250
  • Sede: Miami, FL; Assago (MI)
  • Fatturato: $4,576 miliardi

Seguici su