Lavoratori.Blog
cofidis-esercenti

Le soluzioni finanziarie dedicate agli esercenti di Cofidis

Il commercio è uno dei settori che da sempre tengono in piedi l’economia di nazioni come l’Italia. Attività produttive in una moltitudine di settori, ogni giorno distribuiscono in vendita articoli che vanno dagli alimentari all’abbigliamento, dai mobili agli oggetti per la casa, passando per le profumerie, gli articoli da regalo, le gioiellerie, i punti vendita monomarca, i centri dedicati al bricolage, e chi più ne ha più ne metta.

Con l’avvento della crisi economica internazionale, esplosa a partire dal 2008, molti esercenti – in special modo tra coloro che sono titolari di uno o due negozi al massimo – hanno sentito su di essi il contraccolpo peggiore. In tempi di crisi gli italiano tendono a non spendere, si aumenta la tendenza al risparmio in attesa di tempi migliori. In tal modo, però, l’economia interna subisce intoppi che possono addirittura provocare la chiusura delle attività commerciali.

Le soluzioni di pagamento per aumentare il volume degli affari

Fortunatamente da alcuni anni esistono soluzioni che possono garantire anche agli esercenti un aumento del volume della clientela, e anche di ottenere maggiori garazie al momento del pagamento alla cassa.

Tra le imprese del settore creditizio, una in particolare ha sempre dedicato molta attenzione allo sviluppo di soluzioni per facilitare l’accesso al credito: si tratta della francese Cofidis, operante dal 1982 e che è tra le più importanti a livello internazionale e che da alcuni anni ha penetrato anche il mercato italiano con notevole successo.

Le formule proposte sono semplici e di veloce attivazione, ed è anche per questo che in molti stanno aderendo alle soluzioni di credito dedicate agli esercenti.

Nei prossimi capitoli scoprirai le interessanti proposte di Cofidis per i commercianti che sono state studiate per chi ogni giorno incentra il suo business sulla vendita di articoli all’interno del proprio negozio.

Sono soluzioni che sostengono l’accesso al credito al cliente con formule diverse, così da attrarre i consumatori a spendere con maggior serenità presso i negozi convenzionati.

Scopriamo insieme quali sono.

PagoDil: proponi pagamenti dilazionati alla tua clientela

Cofidis è stata tra le prime imprese del settore finanziario a sviluppare un sistema semplificato per ciò che riguarda la dilazione di pagamento presso i negozi convenzionati.

La soluzione si chiama PagoDil, e permette al consumatore di rateizzare gli acquisti fino a un massimo di 3.500 euro e per un massimo di acquisti fino a tre volte. La cosa importante, prima di richiedere una nuova dilazione di pagamento, è quella di poter dimostrare di aver puntualmente pagato la prima rata del primo acquisto rateale.

Per chi è titolare di un punto vendita questa opportunità rappresenta un ottimo metodo per accrescere il numero dei clienti, e anche per fidelizzarli. Sapere che all’interno di un negozio è possibile acquistare a rate è un punto a favore, in special modo in periodi di crisi economica, ma anche durante le festività natalizie o comunque, 365 giorni l’anno.

Vediamo insieme come aderire a PagoDil e come funziona per l’esercente.

ATTENZIONE: con PagoDil si possono dilazionare acquisti di articoli ma anche di servizi.

Perché aderire a PagoDil

Un po’ di dati ti saranno utili per capire meglio l’efficacia del pagamento rateale in negozio. Secondo uno studio, realizzato attraverso un sondaggio su 418 utilizzatori del servizio , da Coté Clients di Groupe Dia-Mart per Cofidis Italia, grazie a questo sistema di dilazione, ecco quali sono state le evidenze raccolte:

  • senza la dilazione di pagamento il 37% degli intervistati non avrebbe effettuato acquisti
  • il 31% della clientela ha deciso di spendere di più in negozio grazie al pagamento dilazionato con PagoDil, e il dato è confermato dal fatto che l’importo medio degli scontrini sale a +54% con questa soluzione di pagamento

Con queste percentuali è facile comprendere la motivazione che può spingere a far proprio un servizio simile.

Come diventare Partner PagoDil

Il primo passo da compiere per attivare l’adesione al servizio di dilazione dei pagamenti è quello di entrare in contatto con i consulenti Cofidis.

E’ sufficiente compilare il modulo online con tutti i dati richiesti, e selezionando alla fine la casella su cui appare la scritta PagoDil, per essere ricontattati in brevissimo tempo. Ecco il link per accedere al modulo: contattaci per diventare esercente partner.

Compilare il modulo fornendo i dati richiesti, e infine selezionare una o più caselle tra quelle che appaiono in fondo e che riportano il nome dei servizi finanziari disponibili. Un consulente ti ricontatterà entro breve tempo per analizzare le tue necessità e proporti la soluzione migliore.

SmartPOS: il POS intelligente

L’esercente che aderisce riceve anche lo SmartPOSSistema di Pagamento Elettronico intelligente – necessario per effettuare le transazioni di pagamento e le verifiche dei dati del cliente.

E’ stato denominato SmartPOS – dall’inglese Smart=intelligente – perché permette anche di fotografare il documento di identità del cliente per avviare la pratica di dilazione, accetta più forme di pagamento ed è totalmente digitale: nessuna emissione di scontrino cartaceo. La conferma al cliente arriva sul cellulare.

L’evoluzione delle forme di pagamento digitali sta procedendo a passi da gigante, e con un occhio attento anche all’ambiente: meno carta per gli scontrini, meno alberi abbattuti, meno rifuti…

Come funziona PagoDil per l’esercente

Il cliente chiede alla cassa di pagare con il sistema dilazionato. Deve presentare i documenti previsti:

  • documento d’identità
  • codice fiscale/tessera sanitaria
  • il bancomat o il Postamat.

L’importo dell’acquisto può essere anche minimo, 100/150 euro, e le rate sono fino a 12 mesi, salvo per somme di piccolo taglio, in tal caso il sistema proporrà una rateizzazione minore.

Il negoziante verifica le credenziali del cliente scattando una fotografia dei documenti utilizzando lo SmartPOS, che in tal modo inoltrerà direttamente al sistema informatico che, in pochi minuti, analizzerà attraverso le banche dati creditizie che tutto sia a posto.

In pochi minuti si ottiene la conferma.

Quando si riceve l’importo delle vendite

La domanda da porsi è: “Se accetto un pagamento dilazionato nel mio esercizio commerciale, quando riceverò l’importo”? La risposta è: subito. Il cliente pagherà subito la prima rata stabilita, e il commerciante riceve la somma totale tramite bonifico.

Quanto costa aderire a PagoDil

Per ciò che riguarda i costi è necessario ottenere la consulenza di un esperto Cofidis, in quanto tutto dipende da una serie di criteri: il tipo di esercizio commerciale, il volume di affari e altri parametri. L’analisi permetterà di personalizzare al massimo la proposta di adesione.

Per i clienti finali, invece, niente costi a sorpresa: la dilazione è totalmente gratuita. Non ci sono interessi a debito e nemmeno spese aggiuntive occulte.

Prestito finalizzato Cofidis: cos’è e come funziona

Passiamo ora a un altro tipo di servizio finanziario proposto da Cofidis agli esercenti: il prestito finalizzato. Cosa lo distingue dagli altri tipi di finanziamento che i consumatori possono richiedere? Diversi punti, eccoli in sintesi:

  • la richiesta viene effettuata direttamente presso il punto vendita convenzionato
  • piani di rimborso flessibili
  • pochi documenti necessari
  • approvazione veloce

Col termine “Prestito finalizzato” si indica un tipo di finanziamento che viene erogato per una ragione precisa, in questo caso un acquisto di beni di consumo o servizi.

L’esercente, per poter offrire alla propria clientela questa soluzione di pagamento agevolato, deve però aderire al circuito Cofidis divenendo partner dell’impresa finanziaria. In poche parole, deve diventare un esercente convenzionato Cofidis. Nei prossimi paragrafi scoprirai maggiori dettagli sul prestito finalizzato Cofidis per gli esercenti.

Adesione come partner Cofidis

Stai pensando di aderire al circuito Cofidis per diventare uno dei tanti punti vendita convenzionati? E’ tutto molto semplice: accedendo alla piattaforma web si può inoltrare la richiesta per ricevere tutti i dettagli da parte di uno degli esperti del settore retail.

Il link di accesso alla sezione è il seguente: diventa partner. Le informazioni che è necessario inserire nelle caselle del modulo di richiesta online sono utili ai consulenti Cofidis per analizzare il tipo di attività commerciale e il volume di affari, e di conseguenza poter proporre una soluzione personalizzata.

In breve tempo si viene ricontattati dal settore retail per verificare la sussistenza dei requisiti validi a ottenere la convenzione del proprio punto vendita. Dopo aver aderito, i clienti potranno usufruire del servizio presentando alla cassa una serie di dati e documenti che permetteranno la verifica dei requisiti reddituali e di affidabilità creditizia.

Gli esercizi convenzionati Cofidis sono immediatamente riconoscibili attraverso le locandine che vengono fornite, e da apporre sulle vetrine e alle casse.

Perché proporre ai clienti il prestito finalizzato

La caratteristica peculiare di questo tipo di soluzione creditizia, che la rende interessante per i commercianti, è quella di estendere l’importo degli acquisti fino alla cifra di 30.000 euro. Questa somma consente di acquistare beni e servizi di valore, e sostiene quindi il volume di affari del negoziante, che in tal modo può attrarre una percentuale più alta di acquirenti che spinti dall’agevolazione valuteranno positivamente il punto vendita.

Diventa quindi un’ottima soluzione da proporre alla clientela di negozi che vendono arredamenti, grandi elettrodomestici ma anche elettronica, abbigliamento di grandi firme e tutto ciò che supera i prezzi di fascia bassa.

A seconda della somma richiesta si possono diluire i pagamenti fino a 72 rate. Un altro punto a favore del prestito finalizzato Cofidis per gli esercenti, è la semplicità nell’inoltro della richiesta, che si effettua direttamente online. Periodicamente i rivenditori ricevono offerte e proposte commerciali utili ad attrarre un maggior numero di clienti attraverso la soluzione del prestito finalizzato.

I documenti da chiedere al cliente

Alla richiesta di prestito finalizzato si procede direttamente al momento del pagamento. Il cliente, informato dall’esercente di questo tipo di soluzione, dovrà esibire i seguenti dati e documenti:

  • documento d’identità
  • codice fiscale

Il consumatore dovrà avere un reddito dimostrabile, attraverso l’ultima busta paga o la dichiarazione reddituale, e avere una buona valutazione creditizia, ma questo sarà uno dei compiti di Cofidis, quello di analizzare lo stato di affidabilità finanziaria del cliente.

L’esito è praticamente immediato: attraverso i controlli sulle banche dati finanziarie, come per esempio il CRIF, si ottiene la verifica e il cliente potrà decidere il numero delle rate secondo un piano di ammortamento da concordare.

Pago assegno

Per anni la forma di pagamento più diffusa è stata quella tramite assegno. Questa forma di pagamento, però, è stata soppiantata dalle carte di credito e di debito, e dalle tante soluzioni offerte dalla digitalizzazione.

A parte le nuove formule finanziarie offerte dalla tecnologia digitale, è anche vero che per i commercianti vi era un punto critico: il dubbio che quel foglio di carta, l’assegno, su cui si scrive una cifra non fosse coperto. La garanzia assoluta, alla fine, non c’è mai stata, motivo per cui in molti iniziarono a non accettare questo tipo di possibilità alla cassa.

Con Pago Assegno di Cofidis, però, ecco che le cose si semplificano. È davvero un modo geniale di convertire un assegno in un pagamento digitale, anzi, in una transazione elettronica.

Il vantaggio? Quello di ottenere l’immediata garanzia che la transazione finanziaria è andata a buon fine.

Come si aderisce? Innanzitutto, diventando un punto vendita convenzionato Cofidis, procedendo alla richiesta attraverso il modulo di contatto online, e selezionando tra le opzioni proposte la casella su cui appare la scritta “Pago assegno”. Di seguito qualche altra informazione utile per comprendere se questo tipo di soluzione è quella indicata al tuo esercizio commerciale.

Come funziona

Al momento del pagamento il cliente chiede di usufruire del servizio Pago Assegno di Cofidis. Deve quindi consegnare un assegno del proprio conto corrente bancario, non compilato, quindi in bianco, e il suo codice fiscale.

L’esercente dovrà a questo punto inoltrare i dati del cliente attraverso il POS fornito da Cofidis, attendere la verifica e, se nulla osta il pagamento, procedere alla conferma dell’acquisto. Solo a quel punto il cliente procederà alla compilazione dell’assegno e lo firmerà.

I dati del cliente vengono trasferiti attraverso un lettore ottico di ultima generazione che è integrato al dispositivo elettronico di pagamento, il POS.

Gli stessi dati possono essere inseriti tramite l’area esercenti sulla piattaforma web di Cofidis. Ad approvazione avvenuta, la transazione economica è immediata: l’esercente riceve la somma sul proprio conto corrente tramite bonifico. Il cliente pagherà l’importo come una comune transazione tramite assegno.

Il documento che conferma l’avvenuto pagamento è lo scontrino emesso da POS in duplice copia, una per il cliente, l’altra che viene trattenuta dall’esercente e che dovrà essere firmata dal consumatore.

I vantaggi di Pago Assegno

Tra i vantaggi di questa soluzione vi è il fatto che il servizio di collegamento al POS – il dispositivo elettronico che consente non solo di effettuare le transazioni tramite carte di pagamento ma anche con assegno – è attivo 24 ore al giorno e 7 giorni su 7. Inoltre, si può anche operare tramite l’area esercenti del sito web dedicato.

Una soluzione immediata, semplice e che garantisce da tentativi di truffa.

Garanzia assegno

Garanzia Assegno si differenzia dal servizio Pago Assegno in quanto in questo caso non trasforma l’assegno in una transazione digitale immediata. In massima sintesi, in questo caso Cofidis attraverso una verifica dello stato di copertura bancaria del cliente, funge da garante.

Ciò significa che anche i clienti occasionali, su cui può pendere il dubbio di insolvenza, possono tranquillamente pagare tramite assegno grazie all’analisi immediata sulla solvibilità e sulla copertura economica.

Come funziona

Anche questo servizio è attivo 24 ore al giorno e 7 giorni su 7, e la procedura è simile a quella descritta per Pago Assegno. I dati del cliente vengono trasmessi a Cofidis attraverso la lettura dell’assegno che avviene tramite POS. L’esercente può anche scegliere di attivare l’iter attraverso la piattaforma web o anche telefonando al Call Center dedicato.

Tutte le informazioni necessarie vengono comunque fornite da Cofidis ai commercianti convenzionati, che ricevono anche un kit che contiene il POS e locandine da apporre alle vetrine e alla cassa, per essere immediatamente riconoscibili dalla clientela.

La transazione, in caso di esito positivo è immediata. Il commerciante riceve subito l’importo sul suo conto corrente e il cliente paga di conseguenza con un prelievo sul conto corrente bancario.

È una garanzia a copertura del valore di un assegno. Ti tutela dal pericolo di accettare assegni scoperti o rubati e ti consente di accettare pagamenti anche dalla clientela occasionale con la massima tranquillità.

Emilia Urso Anfuso

Giornalista, scrittrice e conduttrice radiofonica.
Scrive per Libero - edizione in edicola - di politica, economia e attualità e per il settimanale Visto, per cui realizza interviste a personaggi della politica e della cultura
Collabora con altre testate di informazione
Scrive per consumatori.blog, assistenza-clienti.it e lavoratori.blog.
Fondatrice e direttore responsabile, dal 2006, della testata giornalistica di informazione online: www.gliscomunicati.it
Sociologa
Esperta di comunicazione
Scrittrice: i suoi libri sono in vendita su Amazon

Commenta

Seguici su