Lavoratori.Blog

Lavorare per Everli, le migliori opportunità di carriera

Nel luglio del 2020, il famoso marketplace di vendita di generi alimentari Supermercato24 ha deciso di modificare la denominazione in favore del marchio Everli, considerato più semplice da ricordare e in virtù del nuovo progetto di espansione aziendale che sta portando l’azienda a diffondere il suo business a livello internazionale.

Supermercato24 è una realtà fondata a Verona nel 2014, e l’idea alla base del suo lancio sul mercato è alquanto innovativa e al passo con i tempi: permettere ai cittadini di fare la spesa senza dover uscire e in piena serenità direttamente online e con consegna a domicilio.

L’arrivo inaspettato della pandemia mondiale ha peraltro diffuso l’abitudine dei consumatori a scegliere questo tipo di soluzione, che durante il lockdown è stata l’unica possibile al punto che molti importanti marketplace di questo genere, compreso Supermercato24, hanno dovuto immediatamente provvedere a rafforzare le infrastrutture informatiche e la rete di distribuzione delle vendite, dal momento che la piattaforma web è stata letteralmente presa d’assalto dai consumatori.

Nell’ambito del programma di espansione aziendale nel 2020 l’impresa ha acquisito Szopi, una startup polacca che opera anch’essa nel settore di riferimento. La scelta di acquistarla è stata intrapresa proprio al fine di diffondere il marchio italiano anche in Polonia.

In pieno processo di internazionalizzazione, quindi, è il momento giusto per considerare positivamente l’opportunità di candidarsi a una delle posizione lavorative aperte da Everli, sia in Italia sia all’estero.

Inoltre, molte novità sono state apportate e molte altre sono in arrivo, tutte dedicate alla clientela e per rendere ancora più semplice l’esperienza di acquisto online.

Nei paragrafi seguenti scoprirai quali figure sono richieste in azienda e come candidarsi, le città servite e le nazioni di nuova apertura del servizio e quanto si guadagna.

53 provincie servite e 2 nazioni coperte dal servizio

Sul territorio nazionale Everli opera su 53 provincie nelle seguenti regioni:

  • Abruzzo
  • Campania
  • Friuli Venezia Giulia
  • Emilia Romagna
  • Lazio
  • Liguria
  • Lombardia
  • Marche
  • Piemonte
  • Toscana
  • Trentino Alto Adige
  • Umbria
  • Veneto

Per ciò che riguarda invece altre nazioni, l’azienda ha aperto al mercato della Polonia e a quello della Repubblica Ceca, territori in cui sono state attivate selezioni di personale di vario genere.

Posizioni aperte

I profili lavorativi richiesti da Everli sono di vario tipo.

I personal shopper sono indispensabili per fare la spesa su commissione e per consegnarla direttamente presso il domicilio dei clienti, ma sono necessari anche esperti di informatica, social media manager, esperti di marketing, professionisti del settore finanza e amministrazione, creativi, professionisti delle vendite e figure in grado di sviluppare nuove soluzioni in tutti i settori d’impresa.

Per verificare gli annunci di lavoro attivi in Italia e all’estero, basta cliccare sul seguente link che riporta alla sezione Lavora con noi di Everli.

Come candidarsi

Se una delle posizioni attive è quella giusta per inviare la propria candidatura, si può attivare l’iter di selezione scegliendo tra il modulo di candidatura online a cui si accede cliccando sul pulsante su cui appare la scritta “Candidati per questo lavoro”, oppure cliccando sul pulsante per proporsi inviando la richiesta tramite il proprio profilo su LinkedIn.

Se si sceglie la candidatura attraverso la compilazione del modulo online, è necessario inserire tutti i dati richiesti, allegare una copia aggiornata del proprio curriculum vitae, scrivere la lettera di presentazione nell’apposito box di testo, e selezionare la risposta alle domande che si trovano sulla parte finale del form.

In ultimo si deve selezionare la casella per accettare le norme sulla Privacy e quindi inviare cliccando sul pulsante su cui appare la scritta: presentare la domanda.

Nel caso in cui il proprio curriculum dovesse passare la prima fase di selezione, si viene contattati dal reparto risorse umane che sottoporrà il candidato a un primo livello di verifica, necessario al selezionatore per comprendere se, effettivamente, le competenze contenute nel curriculum sono effettive.

Se si passa questo livello, si verrà contattati per il colloquio di selezione.

Fare il Personal Shopper per Everli: un lavoro autonomo

L’azienda è sempre alla ricerca di fattorini, che qui sono chiamati a buona ragione Personal Shopper, in quanto – effettivamente – non sono figure lavorative che si limitano a consegnare la spesa a domicilio, bensì scelgono i prodotti secondo l’ordine effettuato dal cliente.

L’inquadramento previsto rientra nell’ambito del lavoro autonomo, si può scegliere dove e quanto lavorare, e si guadagna in base al volume di lavoro. Eventuali mance sono trattenute al 100% dal personal shopper.

Per iniziare questo tipo di attività è necessario essere in possesso di uno smartphone, avere la patente e uno scooter o un’automobile e quindi essere maggiorenni.

Non basta: è necessario essere in buona salute e in grado di sollevare pesi fino a 10 o 15 chili, un carico che può essere quello della spesa da consegnare.

ATTENZIONE: Nel caso di cittadini non facenti parte dell’Unione Europea è richiesto il permesso di soggiorno in Italia e la padronanza della lingua italiana.

Chi desidera provare a lavorare come Personal Shopper, deve innanzitutto compilare il modulo online di candidatura, e seguire le istruzioni che sono date andando avanti dopo aver cliccato sul pulsante di invio dei dati.

L’attività si intraprende scaricando sul proprio dispositivo mobile la app di Everli per i Personal Shopper, e prenotandosi per le consegne attive. L’applicazione viene fornita a chi sceglie di prendere l’incarico.

Quanto si guadagna

Per ciò che riguarda la figura di Personal Shopper, chi riesce a mantenere un certo ritmo nelle consegne può arrivare a guadagnare anche 400 euro a settimana, almeno secondo le statistiche che si evincono facendo una ricerca sul web.

Oltre ai guadagni, per chi affronta questo tipo di lavoro sono previsti sconti e altre agevolazioni. Per verificare quali sono, cliccare sul link: tutti i vantaggi di essere uno Shopper.

Le altre figure professionali, che vengono assunte con contratti di lavoro dipendente secondo la normativa vigente, possono contare su stipendi in linea con il mercato del lavoro, oltre a eventuali benefit concordati con l’azienda.

Emilia Urso Anfuso

Giornalista, scrittrice e conduttrice radiofonica.
Scrive per Libero - edizione in edicola - di politica, economia e attualità.
Collabora con altre testate di informazione nei settori della macro economia e del fisco.
Scrive per consumatori.blog, assistenza-clienti.it e lavoratori.blog.
Fondatrice e direttore responsabile, dal 2006, della testata giornalistica di informazione online: www.gliscomunicati.it
Sociologa.
Esperta di comunicazione.
Scrittrice: i suoi libri sono in vendita su Amazon.

Commenta

Seguici su