Lavoratori.Blog
lavoro polizia annunci concorsi

Lavorare in Polizia: concorsi, requisiti ed esami

Diventare poliziotto è un desiderio che, spesso, si inizia a coltivare da giovanissimi. Più che un lavoro, infatti, è uno stile di vita, uno scopo virtuoso perseguito con determinazione per il sogno di contribuire ad eliminare la criminalità, assicurando alla giustizia coloro che commettono reati.

La Polizia, infatti, ha il compito di rendere più sicure le città, contribuendo all’aumento della qualità della vita e del benessere delle persone.

Come iniziare a lavorare nella Polizia

Per diventare poliziotto è necessario partecipare ad un concorso pubblico e superare le selezioni. Infatti, gli appartenenti al corpo della Polizia di Stato sono dipendenti pubblici a tempo indeterminato, assunti attraverso lo scorrimento delle graduatorie in esito al bando pubblico emesso dal Ministero dell’Interno. È meglio precisare che sono tre le aree che fanno parte del corpo di Polizia:

Area Operativa

E’ composta dal poliziotto comune che tutti conosciamo, quello che lavora sul campo, che porta avanti le indagini, sta a contatto con la gente, lotta contro la criminalità semplice e organizzata, svolgendo la propria attività con volanti, squadre mobili e altro ancora. Al termine del corso, si può accedere alle specializzazioni che si distinguono a seconda del ruolo prescelto. Si potrà, quindi, avere accesso alla polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni (Polizia Postale), di Frontiera, Giudiziaria oppure diventare istruttore di tiro, di guida operativa, elicotterista o un operatore dei Nocs e via dicendo;

Area Tecnica o Professionale

Qui trovano spazio gli esperti di laboratorio e provette o assegnati ad indagini sulla balistica. Si tratta di tecnici e ricercatori che svolgono le loro attività, prevalentemente, in servizio interno senza contatti con il pubblico;

Area Gruppi sportivi e della Banda Musicale

Si tratta delle Fiamme Oro alle quali possono accedere gli atleti che hanno già conseguito importanti successi sportivi. Per intraprendere questo tipo di carriera è necessario essere diplomati al Conservatorio.

I requisiti per diventare Agente di Polizia

L’area prescelta da coloro che intendono diventare poliziotti è, di certo, quella Operativa, dove trovano collocazione i tre ruoli principali: agentiispettori e commissari. Il ruolo inferiore di ingresso nella Polizia è quello di Agente. L’art. 1929 del D.lgs. n. 66/2010 ha sospeso la chiamata per lo svolgimento del servizio di leva a decorrere dal 01/01/2005, pertanto da questa data non è più possibile arruolare agenti ausiliari della Polizia di Stato. 

L’ingresso in servizio avviene solo tramite concorso pubblico per titoli ed esami. Mentre prima i concorsi per agenti erano riservati ai Volontari in ferma Prefissata, dal ° gennaio 2016, possono accedere anche i cittadini provenienti dalla vita civile.

La carriera militare, nata come prerogativa maschile, sta riscontrando sempre più adesioni da parte del mondo femminile.

Per accedere al concorso pubblico, bandito periodicamente e pubblicato in Gazzetta Ufficiale, è necessario possedere determinati requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • avere un’età compresa tra i 18 e i 29 anni;
  • possedere l’idoneità fisica, psichica ed attitudinale al servizio, in conformità alle disposizioni contenute nel D.M. 30 giugno 2003, n. 198 e successive modifiche;
  • essere in possesso del diploma di scuola secondaria di primo grado (requisito in aggiornamento per l’approvazione del testo di legge diretto al riordino delle carriere, in cui è stato inserito il diploma di scuola secondaria di secondo grado, richiesto come obbligatorio per gli agenti, mentre laurea triennale per gli ispettori e magistrale per i funzionari e gli ufficiali);
  • possedere le qualità morali e di condotta previste dall’art. 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165;
  • non essere stati espulsi dalle Forze Armate o da altri corpi militari o destituiti dai pubblici uffici;
  • non aver riportato condanne per delitti non colposi e non essere stati sottoposti a misure di prevenzione o di sicurezza.

In particolare, per idoneità fisica e psichica sono richiesti i seguenti requisiti:

  • sana e robusta costituzione fisica;
  • composizione corporea: percentuale di massa grassa nell’organismo non inferiore al 7 per cento e non superiore al 22 per cento per i candidati di sesso maschile, e non inferiore al 12 per cento e non superiore al 30 per cento per le candidate di sesso femminile;
  • forza muscolare: non inferiore a 40 kg per i candidati di sesso maschile, e non inferiore a 20 kg per le candidate di sesso femminile;
  • senso cromatico e luminoso normale, campo visivo normale, visione notturna sufficiente, visione binoculare e stereoscopica sufficiente. Visus naturale non inferiore a 12/10 complessivi quale somma del visus dei due occhi, con non meno di 5 decimi nell’occhio che vede meno, ed un visus corretto a 10/10 per ciascun occhio.

Per quanto riguarda l’altezza minima, in Italia è quasi tre anni ormai che è stato abolito tale requisito. La previgente normativa, infatti, indicava un’altezza minima che doveva essere posseduta a pena d’esclusione. 

L’articolo 3 del D.P.C.M. n. 411 del 1987, riguardante l’accesso ai ruoli del personale della Polizia, richiedeva una statura non inferiore a metri 1,65 per gli uomini e a metri 1,61 per le donne. In base alla riforma dei requisiti di accesso viene, pertanto, novellato l’art. 635 del D.lgs. n. 66 del 2010 (Codice dell’ordinamento militare) in cui, ai fini del reclutamento nelle Forze armate, veniva eliminata la previsione relativa ad un limite minimo di altezza. 

Superare il Concorso Pubblico

Una volta ammessi, superando la verifica dei requisiti d’accesso al concorso, occorre superare varie prove d’esame:

  • Prova scritta, che consiste in un questionario a risposte multiple per accertare il possesso di una buona cultura generale, la conoscenza dell’inglese e le competenze informatiche di base;
  • Accertamento dell’efficienza fisica, mediante il superamento di una serie di prove come corsa, salto in alto e sollevamento alla sbarra;
  • Accertamento dei requisiti psico-fisici, cioè esame clinico generale e prove strumentali e di laboratorio;
  • Accertamento dei requisiti attitudinali, mediante test e colloquio;
  • Valutazione dei Titoli posseduti.

I vincitori del concorso saranno scelti per frequentare un corso di formazione presso una delle Scuole di Polizia presenti su tutto il territorio nazionale. Successivamente, gli agenti di polizia così reclutati saranno assegnati a sedi di servizio diverse dalla provincia di origine, di residenza e limitrofe.

Si consiglia di visitare il sito https://www.poliziadistato.it/ per restare aggiornati sui futuri concorsi e sui requisiti necessari per diventare poliziotto.

Anna

Blogger e collaboratrice del network PUNTO Blog. Mi occupo principalmente di salute, diritti del lavoro e tutela dei consumatori.

Commenta

Seguici su