Just Eat opera in Italia dal 2011 ed è il servizio di ordini online a domicilio presente da più anni in Italia. Proprio per questo motivo è il più diffuso del nostro Paese e di conseguenza offre maggiori possibilità di lavoro come rider. Entriamo quindi nei particolari e scopriamo assieme come diventare addetto alle consegne per Just Eat, come inviare la propria candidatura, in quali città operare, possibilità di guadagno e requisiti.

Requisiti per lavorare come rider per Just Eat

A differenza dei competitor, Just Eat presenta un modello di business differente in quanto svolge il ruolo di intermediario tra ristoranti e consumatori. La consegna è affidata quindi direttamente ai locali affiliati che presentano già nella loro struttura un servizio di consegna a domicilio e che gestiscono il lavoro dei propri rider in totale autonomia. Le tariffe orarie dei partner di Just Eat oscillano dagli 8 agli 11 euro e prevedono un bonus per il lavoro nei giorni festivi. In caso di maltempo, inoltre, sono previste agevolazioni economiche sulla manutenzione delle biciclette o scooter. In alcune città italiane è attivo anche il servizio Just Eat Delivery, che offre la possibilità ai ristoranti che non hanno un proprio servizio di consegne di affidarsi a Just Eat anche per le operazioni di trasporto. Questa opzione è attualmente attiva solo nelle seguenti città:  Milano, Roma, Palermo, Genova Torino, Bologna, Firenze, Padova e Verona.

È facile dunque intuire che per lavorare come rider per Just Eat bisogna essere in possesso dei requisiti richiesti dal ristorante o pizzeria per cui si desidera lavorare. Allo stesso tempo per lavorare come rider e ricoprire questa posizione nelle città dove è attivo il servizio Just Eat Delivery bisogna possedere i seguenti requisiti:

  • permesso di lavorare in Italia
  • avere almeno 18 anni
  • avere patente in corso di validità
  • essere in possesso di auto o moto per poter effettuare le consegne.

Città e prospettive di guadagno

Fondata in Danimarca, attualmente la sede centrale di Just Eat si trova a Londra. Il servizio è attivo in ben 13 paesi, dall’Europa al Canada e l’India. Dall’inizio della sua attività Just Eat ha gestito più di 50 milioni di ordini e non a caso ha quasi 2 milioni di fan su Facebook. Sono oltre 36.000 i ristoranti integrati nel servizio di ordinazione online di Just Eat che è in grado di garantire un’ampia scelta. Proprio per questo motivo l’attività continua ad espandersi e in Italia opera in oltre 500 comune tra cui Roma, Milano e Torino. Offre una copertura completa della città e la consegna può essere effettuata dallo stesso ristorante oppure dai rider che lavorano per il servizio Just Eat Delivery.

Trattandosi di rapporti diretti tra ristoranti e rider non è possibile sapere con certezza quanto si guadagna svolgendo questo lavoro per Just Eat. I compensi, infatti, variano in base agli accordi con il proprio datore di lavoro e generalmente differiscono dalla tipologia di locale e dalla città in cui si lavora.

Come funziona

Just Eat non è il classico servizio di consegna di cibo a domicilio, ma si presenta come intermediario tra clienti e ristoranti. In particolare i clienti hanno la possibilità di accedere al sito o all’app ufficiale Just Eat e scegliere cosa ordinare e da quale locale. A sua volta il locale riceve l’ordine e un rider si occupa della relativa consegna. La qualità della consegna, quindi, dipende dal ristoratore scelto e, in caso di problemi con l’ordinazione, bisogna mettersi direttamente in contatto con il ristorante. Il costo della consegna varia da locale a locale e per quanto concerne le modalità di pagamento, invece, si può decidere se pagare con carta di credito, PayPal oppure in contanti alla consegna.

Tra i vantaggi dell’utilizzo dei servizi offerti da Just Eat si annoverano la possibilità di scegliere tra vari ristoranti, anche  nelle zone periferiche della città; ogni ristorante può essere recensito dai clienti; la stessa applicazione può essere usata in numerose città differenti. Dall’altro canto non è possibile conoscere i tempi di attesa prima di fare l’ordine in quanto dipendono dal modo di lavorare del ristorante. Ogni singolo ristorante stabilisce l’ordine minimo e il costo della consegna e questi parametri variano da un’attività all’altra e per questo motivo può risultare più difficoltoso confrontare le varie realtà.

justeat lavoro rider

Cosa tenere in considerazione

Per capire il successo di Just Eat è sufficiente vedere i suoi numeri. Leader degli ordini online a domicilio, ad oggi con questa azienda collaborano oltre 64 mila ristoranti. Ha più di 14 milioni di clienti al mondo e questi dati sono destinati ad aumentare. Soltanto in Italia sono presenti 7 mila ristoranti partner e mentre la maggior parte dei competitor opera solo nelle grandi città, Just Eat offre un servizio più capillare. Trattandosi semplicemente di un intermediario, infatti, non è Just Eat a gestire i rider, ma si presenta solamente come un valido strumento grazie al quale i clienti possono effettuare gli ordini e i ristoranti riceverli. Viste le sue caratteristiche, i servizi offerti da Just Eat sono ideali per tutte le zone d’Italia, a partire dalle grandi città, fino ad arrivare ai piccoli centri, passando per le periferie.

Alla base del successo di Just Eat non vi è solamente la qualità del servizio, ma anche il crescente interesse degli italiani al cibo da asporto. Pizza, ma anche sushi, kebab e hamburger, vi è davvero l’imbarazzo della scelta. Sempre più nostri connazionali, inoltre, decidono di avvalersi di applicazioni come quelle di Just Eat per mangiare comodamente a casa, senza cucinare e senza doversi recare di persona al locale. Allo stesso tempo, dal punto di vista dei rider, quest’ultimi hanno il vantaggio di poter arrotondare e avere qualche entrata extra ogni mese. Ovviamente non si guadagnano cifre da capogiro, ma sicuramente si presenta come una valida opportunità per avere qualche euro in più in tasca.

Altre opportunità di lavoro Just Eat

Just Eat, però, non è solo consegne e dietro alla sua attività vi è ovviamente il lavoro di numerosi dipendenti. Proprio per questo motivo, l’azienda è alla continua ricerca di talenti e se dopo aver svolto il ruolo di rider volete cercare di fare un salto di carriera potete proporvi, attraverso la sezione Opportunità di lavoro presente sul sito dell’azienda, per ricoprire altri ruoli, come ad esempio Marketing Director, Office Manager, Inside Sales, New Business Consultant, ma anche stagisti.