In tempo di crisi del mercato del lavoro, molti – siano essi giovani o meno – decidono di proporsi anche per ruoli diversi rispetto agli studi conseguiti e alle competenze maturate.

Non è una cattiva idea, e a parte la situazione globale critica, questo tipo di mentalità offre diversi vantaggi: il primo è quello di aprirsi a nuove esperienze lavorative che non possono fare altro se non arricchire.

Il secondo aspetto è forse il più interessante: a volte, proprio mettendo le proprie capacità e competenze al servizio di una nuova avventura lavorativa, si può avviare una carriera inaspettata.

Molte grandi aziende sono alla costante ricerca di personale, ma  non tutti sono disposti a ricoprire ruoli diversi da ciò che si è appreso durante il percorso di formazione, malgrado i tempi consiglino di azionare il buonsenso e andare oltre.

Una di queste imprese è la grande catena di supermercati Lidl, presente su tutto il territorio nazionale dal 1992. Rigore e capacità imprenditoriale, tipicamente tedeschi, hanno permesso a questo gruppo di espandersi a livello europeo, e di assumere molte risorse umane.

Cerchiamo di capire come entrare a far parte della forza lavoro di Lidl, in quali settori e come avanzare la propria candidatura.

Lidl: conoscere l’azienda

Quando si decide di candidarsi per una posizione lavorativa presso un’azienda, il primo punto fondamentale è…conoscerla. Non basta inviare il curriculum e tenere le dita incrociate con la speranza che arrivi la telefonata che potrebbe cambiare la vita.

Approfondire la conoscenza dell’impresa presso la quale si desidera lavorare non solo fa comprendere meglio alcune dinamiche, ma in fase di selezione fa comprendere al recruiter che il candidato è effettivamente interessato.

Ecco quindi un po’ di informazioni utili. Lidl è un marchio del Gruppo Schwarz ed è un’azienda tedesca fondata nel 1930 da un signore che si chiamava Schwarz.

All’inizio era la Lidl & Schwarz Lebensmittel-Sortimentsgroßhandlung. Solo negli anni ’70, col cambiare dei mercati e dei metodi di distribuzione del settore GDO, aprirono i primi grandi punti vendita.

Nel corso degli anni l’impresa ha ottenuto   un successo tale, grazie alla formula del discount, da superare non solo i confini della Germania ma persino quelli dell’Europa

Oggi esistono circa 16.000 punti vendita distribuiti in tutto il mondo, in cui lavorano oltre 170.000 dipendenti.

Solo in Italia sono presenti oltre 620 discount che danno lavoro a circa 16.000 persone, ma non basta: il Gruppo Schwarz ha in serbo per il belpaese un grande progetto di espansione, che porterà all’apertura di altri 40 supermercati che avranno necessità di circa 2.000 nuove risorse umane.

Quali sono le figure che una realtà come Lidl cerca per le proprie sedi? Scopriamolo insieme…

Le figure ricercate da Lidl

Si potrebbe pensare che una catena di supermercati sia alla ricerca di commessi, magazzinieri, salumieri e macellai. Non è il caso di Lidl.

In effetti oggi le figure professionali che operano nelle grandi catene del settore DGO spaziano in una rosa molto ampia di competenze.

A parte il personale che si occupa dell’importante compito di mantenere aggiornati gli stock dei prodotti in vendita sugli scaffali, o dei cassieri piuttosto che dei magazzinieri, questo tipo di realtà necessita di figure di vario genere.

Ecco una lista di quelle maggiormente richieste dal gruppo, per iniziare a farsi un’idea:

  • Collaboratori per l’ufficio del personale
  • Manager delle vendite
  • Capi area
  • Legal specialist
  • Assistenti alla vendita
  • Sales analyst
  • Assistenti di direzione
  • Operatori di filiale
  • Addetti alle vendite domenicali
  • Apprendisti

Assunzione di categorie protette in Lidl

È bene sapere che Lidl assume persone che fanno parte delle categorie protette. Con questo termine si indicano coloro che hanno una percentuale riconosciuta di invalidità o disabilità.

Dopo tale riconoscimento da parte della commissione medica, si può procedere con l’iscrizione presso le liste speciali del collocamento.

Chi è iscritto presso queste liste può quindi verificare se tra le offerte di lavoro esiste qualche opportunità in tal senso.

ATTENZIONE: in casi del genere l’azienda specifica nell’inserzione che quella posizione è dedicata a chi rientra nelle liste speciali del collocamento.

Lidl assume neolaureati e diplomati

Lidl sostiene da sempre le assunzioni di neolaureati e diplomati. Secondo il tipo di profilo lavorativo determinati percorsi di studio sono tra i preferiti rispetto ad altri.

Ecco le lauree più richieste:

  • Materie economiche
  • Ingegneria edile o civile
  • Legge
  • Architettura

Inoltre, una volta assunti si può essere considerati per seguire  un percorso di formazione della durata di 12 mesi, per approfondire la conoscenza del settore e delle dinamiche aziendali.

Laurearsi con Lidl

Forse non tutti conoscono questa opportunità. Lidl ha stretto accordi con alcune università al fine di formare accademicamente i diplomati che intende assumere, che potranno così conseguire una laurea triennale.

Il progetto è innovativo e molto interessante, e si svolge in questo modo: per chi sceglie l’indirizzo Commercio dei beni di consumo, i primi due anni si svolgono in Germania, più precisamente a Heilbronn, mentre chi decide per il Commercio internazionale, seguirà i primi due anni di studi universitari presso l’università di Mosbach.

Il terzo anno si torna a studiare in Italia per finire il percorso triennale che sarà intervallato da esperienze on the job, con la formula della formazione duale.

Per le spese da sostenere nessun problema: i candidati selezionati per questo progetto ricevono un regolare stipendio mensile oltre al fatto, non di poco conto, che l’azienda si accolla le spese di alloggio in Germania.

Stipendi e contratti

A questo punto la curiosità è lecita: quanto si guadagna lavorando per Lidl e che tipo di contratto si può ottenere? L’azienda mira a consolidare il rapporto con i lavoratori, e propone contratti a tempo indeterminato.

Per i neoassunti la base di partenza è di 1.200 euro lordi per un contratto a tempo indeterminato full time, che scende a 700 euro nel caso del part time per ruoli di cassiere o di vendita al banco.

Le posizioni manageriali, invece, partono da 1.300 euro, ma si deve considerare la grande apertura alla carriera che in Lidl rappresenta una realtà.