Il Giappone è una meta affascinante dall’altra parte del mondo che ispira viaggi avventurosi e anche opportunità lavorative. È tra gli stati più densamente popolati del mondo, una potenza economica con una storia millenaria e delle tradizioni preziose, tramandate e conservate secolo dopo secolo.

La cultura stimolante e la potenza competitiva del Paese ne fanno una meta desiderata, soprattutto dai giovani, per un’esperienza lavorativa che potrà dare un valore importante al proprio curriculum vitae.

Fare uno stage in Giappone, pertanto, consente di intraprendere un’esperienza personale estremamente gratificante e, contemporaneamente, di accrescere la propria formazione, imparare la lingua e aumentare le possibilità professionali.

Il quadro normativo in Giappone

In Giappone è possibile entrare con un semplice visto turistico o di affari, se la permanenza non supera i 90 giorni. Per questo motivo molti stage offerti rientrano nella durata di 3 mesi, per semplificare le pratiche per l’ingresso e la permanenza. Inoltre, il governo il giapponese regolamenta gli stage con visto turistico come lavoro volontario Questo è il motivo per cui questo tipo di stage non prevedono alcuna retribuzione.

Per svolgere uno stage di un periodo superiore a 3 mesi è necessario un visto. Per ottenerlo bisogna richiedere il Certificato di Idoneità all’ente di istruzione ospitante. Questo certificato va presentato al Consolato, insieme a passaporto, una fototessera e il modulo di richiesta del visto, completato in ogni parte. Il visto giapponese di studio costa 3000 yen, cioè circa 24 euro. 

Svolgere uno stage in Giappone

I requisiti che permettono l’accesso a stage in Giappone, sono: essere maggiorenni; conoscere il giapponese, almeno dal livello N4 in poi e avere tanta determinazione.

Uno stage in Giappone è molto ambito e, per fortuna, sono tantissime le aziende che ancora ricercano stagisti. Inoltre, quasi tutte le università giapponesi hanno attivato programmi internazionali e scambi con le istituzioni all’estero. quindi se stai cercando di continuare gli studi in un campo che si dovrebbe verificare con la scuola per vedere se hanno partnership o programmi di scambio.

Come trovare lo stage ideale

Se siete studenti o in prossimità della laurea, è utile informarsi della presenza di bandi per la mobilità studentesca e per le borse di studio. Inoltre, sono tantissime le associazioni internazionali e agenzie che propongono stage in Giappone, con la promessa di affiancarvi in ogni passo, fornendo tutto il supporto necessario H24.

Oltre ai programmi di mobilità, le agenzie internazionali si occupano di trovare lo stage che più vi interessa nella località più in linea con i vostri desideri e seguendovi nell’ottenimento del visto e nell’espletamento di tutte le pratiche amministrative. Il supporto comprende anche la ricerca dell’alloggio e l’indicazione di corsi di lingua giapponese da seguire.

Inoltre, il riferimento costante è attivo in tutte le fasi dello stage, per la risoluzione di tutte le eventuali problematiche e per il monitoraggio dei risultati al fine dell’accertamento che l’azienda ospitante sia all’altezza delle aspettative. Specifici programmi, infine, sono riservati in particolare agli studenti europei.

Organizzarsi una volta trovato lo stage che fa al caso vostro

Molte agenzie internazionali pensano praticamente a tutto, ma se così non fosse, ecco i punti salienti per una buona organizzazione prima di partire. Massima attenzione alle tariffe dei voli da e verso il Giappone, per cercare di risparmiare. L’assicurazione di viaggio è per avere una tranquillità in più.

Poi c’è il Japan rail pass, per spostarsi in comodità e senza problemi su tutti i treni del Giappone. Per quanto riguarda le vaccinazioni previste, vi consigliamo di informarvi per bene. Non dimentichiamo che il Giappone è una monarchia parlamentare e si caratterizza per la rigidità delle regole, applicate anche verso gli stranieri.

Settori e località da scegliere 

In Giappone le opportunità riguardano tutti i settori di attività e merceologici. I settori più desiderati sono attinenti alla tecnologia e al ramo di formazione di tipo scientifico. Il Giappone con una popolazione di quasi 130 milioni di abitanti riesce a raggiungere notevoli gradi di efficienza nella gestione di tutte le attività.

Le mete più gettonate sono le grandi città in cui si concentrano le maggiori richieste di stage. Quindi, si tratta di: Tokyo, con i suoi 30 milioni di abitanti, Yokohama, Osaka, Nagoya, Sapporo, Kobe, Kyoto Fukuoka. Oltre al settore tecnico e scientifico, sarà possibile effettuare uno stage nel ramo alberghiero e ricettivo oppure in azienda o come assistente di lingua italiana in una scuola di italiano.

Le mansioni cambiano a seconda del livello di conoscenza della lingua del partecipante e anche in questo caso non è prevista nessuna retribuzione. Al termine dello stage l’azienda rilascerà un attestato finale in cui verranno riassunte tutte le competenze acquisite, le attività svolte e la durata.

L’opportunità Vulcanus

La migliore delle opportunità riservate a studenti riguarda la partecipazione a quei programmi che prevedono l’assegnazione di borse di studio che possono arrivare a coprire tutte le spese. Quindi, viaggio, alloggio, soggiorno e assicurazione.

Un esempio ben riuscito è il programma Vulcanus che consente agli studenti europei di vivere un’indimenticabile esperienza di studio e formazione in Giappone. Si tratta di un’iniziativa rinomata che nasce a partire dal 1997 dalla collaborazione tra Unione Europea e Giappone e si differenzia da altri programmi come Erasmus e Leonardo.

Il Programma Vulcanus comprende: un seminario sul Giappone, 4 mesi di corso intensivo di lingua giapponese e un tirocinio di 8 mesi presso una compagnia nipponica. I fortunati potranno beneficiare di una borsa di studio di circa 15 mila euro, circa, che copre tutte le spese. I requisiti di partecipazione prevedono, l’iscrizione ad un corso di laurea di tipo scientifico o tecnico, una carriera brillante di alto livello e una buona conoscenza della lingua inglese.

Saranno necessari, inoltre, forte motivazione e spirito d’intraprendenza. Il bando viene pubblicato annualmente sui siti di tutte le università italiane, oltre che sul sito ufficiale. Si consiglia di visitare il sito del programma https://www.eu-japan.eu/events/vulcanus-japan.