Lavoratori.Blog

Guida al volontariato all’estero: tutto quello che devi sapere per partire

Negli ultimi anni, anche in Italia, si è molto diffusa una nuova tendenza: fare volontariato. Giovani e adulti sentono l’esigenza di abbracciare una tra le tante opportunità di poter dedicare un poco del proprio tempo ad attività sociali e umanitarie, che possono non solo rendere possibile il benessere della società civile, ma anche formare le persone a un maggiore senso civico.

In special modo nei periodi storici in cui le condizioni economiche e di ordine sociale presentano criticità, si osserva una maggiore adesione a programmi che permettono di mettersi al servizio delle persone meno fortunate, o – più in generale – al servizio dell’umanità.

E’ importante riflettere anche su questo aspetto, perché conferma come, fondamentalmente, all’interno dell’animo umano alberghi un alto senso di solidarietà, che può essere espresso attraverso le azioni concrete.

Chi desidera mettersi all’opera può scegliere tra le tante organizzazioni che si occupano di volontariato e che hanno sedi in ogni regione italiana. Senza dimenticare che si può scegliere di fare volontariato internazionale, valicando quindi i confini del nostro paese.

Fondamentalmente le opportunità di volontariato internazionale sono quelle proposte per operare nei paesi in via di sviluppo, e le organizzazioni sono sempre alla ricerca di persone che desiderino dare una mano nelle tante attività necessarie a supportare le popolazioni.

Concentriamoci però sul tema centrale: il volontariato all’estero, perché in questa guida approfondiamo il tema del volontariato internazionale, al fine di rendere più chiaro il panorama di opportunità per tutti coloro che desiderino partire per fare questo tipo di esperienza di vita.

Fare volontariato all’estero: informazioni di base

Innanzitutto, è bene considerare un punto fondamentale: il settore del volontariato internazionale offre molte opportunità anche nei paesi extraeuropei.

Il motivo alla base è molto semplice, in quanto sono le nazioni del Terzo Mondo, e altre al di fuori di questi territori colpiti da sempre da carestie, conflitti, criticità economiche e sociali, ad avere maggiore necessità di aiuto.

Non a caso le ONG – Organizzazioni Non Governative – concentrano le loro missioni in questi paesi, al fine di dare supporto di ogni ordine e grado alle popolazioni, da quello medico sanitario, molto richiesto, a quello dell’istruzione o della realizzazione di infrastrutture.

Esistono però anche diverse opportunità di svolgere questo tipo di servizio all’interno dei confini europei, attraverso la partecipazione ai programmi sviluppati dalla UE.

Volontariato internazionale: tre diverse possibilità

Esistono diversi tipi di volontariato che può essere svolto all’estero. Vediamo di seguito quali sono.

Volontariato all’estero per il Terzo Settore

I volontari che operano seguendo le regole del Codice del Terzo Settore sono i cosiddetti volontari puri. Essi non percepiscono alcun tipo di emolumento ma sono impiegati in missioni di volontariato alle dipendenze dell’ente che eroga i servizi di questo genere.

Volontariato internazionale con il Servizio Civile Internazionale

La norma che regola questo tipo di servizio di volontariato è il DL 40/2017. È dedicato ai giovani di età compresa dai 18 ai 29 anni, che possono accedervi previa selezione aderendo a uno dei progetti, che hanno una durata dagli otto ai dodici mesi.

In questo caso è prevista l’erogazione di un rimborso spese su base mensile.

Servizio Volontario Europeo

Il Servizio Volontario Europeo è dedicato ai giovani dai 17 ai 30 anni. Per far parte di uno dei progetti, della durata di un anno, è necessario informarsi su quelli in partenza e chiedere di partecipare alla selezione.

Anche in questo caso è previsto un rimborso spese mensile.

Come iniziare a fare volontariato internazionale

Entrare a far parte del circuito di volontariato internazionale è un’esperienza unica, altamente formativa e utile non solo per sé stessi ma anche per chi riceve gli aiuti. Inoltre, il fatto di poter inserire nel proprio curriculum questo tipo di attività, aumenta la considerazione positiva di molti selezionatori.

Diversi sono i metodi per iniziare questo percorso. Ecco qualche suggerimento:

  • Verificare quali siano le organizzazioni che inseriscono i volontari nei loro progetti all’estero
  • Presentare domanda per far parte di un progetto del Servizio Civile Universale
  • Fare domanda per partecipare a un progetto di volontariato europeo

I requisiti per fare volontariato all’estero

Per quanto riguarda i requisiti, essi variano secondo il tipo di missione a cui si intende partecipare.

Esiste semmai il limite di età quando si intende partire con il Servizio Civile Universale, dedicato alla fascia di età dai 18 ai 29 anni, o al Servizio Volontario Europeo, i cui limiti anagrafici sono dai 17 ai 30 anni.

In questi due casi, peraltro, è l’Ente promotore a indicare eventuali requisiti e competenze particolari in base al progetto.

Lo stato di sana e robusta costituzione, che certifica lo stato di buona salute, è consigliabile per non correre rischi personali quando ci si trova in terre lontane. Il passaporto è il documento fondamentale per poter partire.

Più in generale, si può dire che fare volontariato all’estero è consigliabile a persone ricche di spirito di adattamento, empatia e capacità di comunicazione.

ATTENZIONE: per raggiungere determinate destinazioni è richiesto di sottoporsi a vaccinazioni specifiche contro malattie presenti in certi territori.

Ora entriamo nel vivo del tema, e conosciamo più da vicino alcune delle maggiori realtà che organizzano programmi di volontariato all’estero.

volontariato-intenazionale-associazioni

Le organizzazioni

In questo capitolo affrontiamo il vivo della questione: quali sono le organizzazioni più conosciute per fare volontariato all’estero. Ecco le sei realtà più importanti con le informazioni utili per entrare in contatto.

Servizio Civile Universale

Nel 2017, grazie all’approvazione del DL 40/2017, è stato reso possibile anche in Italia il volontariato internazionale attraverso il Servizio Civile Universale.

Esso prevede che i giovani volontari possano svolgere volontariato anche al di fuori dei confini europei e per un periodo non inferiore ai sei mesi. I progetti sono sviluppati tutti al fine di promuovere la pace, la cooperazione allo sviluppo e la non violenza.

Esistono programmi europei ed extraeuropei. Per aderire a uno dei progetti, è necessario verificare in tempo utile la pubblicazione dei bandi. Il percorso inizia con una prima fase di formazione da svolgere in Italia, comprendente anche la formazione su competenze specifiche secondo il progetto a cui si partecipa.

Per i volontari dei progetti all’estero, oltre al rimborso spese mensile, è prevista una diaria giornaliera che varia secondo il costo della vita nel paese in cui si svolge il programma.

Per maggiori informazioni

Per verificare la presenza di bandi attivi, collegarsi alla piattaforma del governo italiano dedicata al Servizio Civile Universale, alla sezione: bandi attivi.

Ipsia

L’Ipsia, fondata nel 1985, è una ONG promossa a sua volta dalle ACLI, le Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani.  Tra le varie attività e settori, ne ha uno dedicato alla cooperazione internazionale finanziato dalla Comunità Europea.

Propone un progetto di mobilità e formazione alla cooperazione denominato Terre e Libertà.

Terre e libertà – Campi di volontariato

Questo progetto ha lo scopo di formare i giovani alla cooperazione internazionale e alla mobilità. Offre la possibilità non solo di viaggiare in territori extraeuropei, quanto di scambiare esperienze di vita e di formazione sui temi della cooperazione tra i popoli.

Si tratta di campi di volontariato e sono organizzati per il periodo estivo.

Per scoprire i paesi in cui vengono annualmente sviluppati i progetti è possibile collegarsi alla piattaforma web ufficiale di Ipsia alla sezione: scopri i campi aperti.

ATTENZIONE: è bene chiedere approfondite informazioni in quanto per partecipare ai campi di volontariato è necessario versare una quota di partecipazione a copertura delle spese di viaggio, vitto e alloggio.

Per maggiori informazioni

Si possono ottenere maggiori informazioni contattando direttamente l’organizzazione. Ecco tutti i riferimenti:

  • Telefono: 02 7723227
  • Fax: 02 76015257
  • Mail: terre.liberta@acli.it
  • Indirizzo: IPSIA c/o ACLI – Via della Signora,3 – 20122 Milano

Ibo Italia

Questa Organizzazione Non Governativa di ispirazione cristiana è attiva nel settore della cooperazione internazionale fin dal 1957. È molto attiva nello sviluppo della partecipazione dei giovani a programmi di volontariato all’estero.

Propone sia campi di volontariato, per i ragazzi dai 14 ai 17 anni, sia altre opportunità, come i progetti legati al Servizio Civile Universale e progetti di lungo periodo che permettono di entrare a far parte dell’European Solidariety Corp, il Corpo Europeo di Solidarietà, il nuovo progetto europeo di volontariato.

Per maggiori informazioni

Per chiedere tutte le informazioni utili è possibile entrare direttamente in contatto con l’organizzazione attraverso uno dei seguenti metodi:

Associazione Joint

Nata nel 2003, l’Associazione di Promozione Sociale Joint offre ai giovani l’opportunità di fare volontariato all’estero. I progetti sono dedicati a periodi di apprendimento interculturale, e sono dedicati a giovani nella fascia di età che va dai 18 ai 30 anni.

Per scoprire le diverse opportunità attive, collegarsi al sito ufficiale cliccando sul link: fai volontariato all’estero.

ATTENZIONE: sono richieste quote di partecipazione a copertura delle spese di vitto, alloggio e supporto logistico.

Per maggiori informazioni

Chi desidera maggiori informazioni può recarsi direttamente presso la sede operativa, oppure entrare in contatto attraverso uno dei metodi di seguito riportati:

Legambiente

Anche la storica Onlus Legambiente organizza campi di volontariato all’estero. I progetti sono tutti dedicati alla tutela e alla valorizzazione dei territori, e mediamente sono organizzati durante i mesi estivi.

Si può scegliere tra campi per ragazzi dai 14 ai 17 anni, e altri per gli adulti.

Per maggiori informazioni

Se si desidera approfondire la conoscenza delle diverse opportunità proposte da Legambiente per passare un breve periodo all’estero in uno dei campi di volontariato, ecco il numero telefonico da contattare e la casella di posta elettronica:

Portale europeo per i giovani

Infine, per avere una panoramica esaustiva di tutte le opportunità di volontariato internazionale, si può visitare il portale europeo per i giovani, cliccando sul link: volontariato all’estero per i giovani.

Emilia Urso Anfuso

Giornalista, scrittrice e conduttrice radiofonica.
Scrive per Libero - edizione in edicola - di politica, economia e attualità.
Collabora con altre testate di informazione nei settori della macro economia e del fisco.
Scrive per consumatori.blog, assistenza-clienti.it e lavoratori.blog.
Fondatrice e direttore responsabile, dal 2006, della testata giornalistica di informazione online: www.gliscomunicati.it
Sociologa.
Esperta di comunicazione.
Scrittrice: i suoi libri sono in vendita su Amazon.

Commenta

Seguici su