Lavoratori.Blog

Tutto quello che devi sapere per diventare insegnante di yoga

Lo yoga è una disciplina antichissima che fonda le sue radici in tempi remoti. Molte persone oggi, attratte dalla cultura buddista e indù, si avvicinano a questa pratica, tanto da volerla nella propria vita non solo come hobby e passatempo, ma come una vera e propria professione.

Proprio per la sua storia, così lontana nel tempo e ricca di aspetti peculiari, lo yoga presenta molti concetti da studiare ed in primis da comprendere a fondo, soprattutto considerando che si tratta di una disciplina nata a svariati chilometri di distanza dall’Occidente.

Scopri in questo articolo tutto ciò che ti serve per diventare insegnante di yoga, quali corsi formativi devi svolgere, quali certificazioni sono necessarie per l’insegnamento e quali sono le tue prospettive di lavoro e di guadagno.

Storia e aspetti dello yoga

Questa disciplina vede il suo ingresso nella società occidentale a partire dagli anni ‘60, con l’avvento del movimento Hippie, quando appunto la gente era invasa psicologicamente dalla moda delle culture esotiche.

Da allora, in particolare durante gli anni ‘80, questa attività diventa sempre più diffusa e praticata, diventando presto motivo di insegnamento, tanto quanto una qualunque disciplina sportiva.

I giovani praticanti, infatti, teorizzarono una connessione tra le posture assunte grazie alla disciplina e la salute del sistema cardiocircolatorio, dando origine allo yoga che noi tutti oggi conosciamo e che viene praticato nelle palestre. 

Secondo la tradizione orientale lo yoga era considerato una vera pratica meditativa, suddivisa in quattro parti:

  • La preghiera;
  • La connessione con la divinità;
  • La scoperta della propria interiorità e spiritualità;
  • L’abbandono dei pensieri e delle preoccupazioni terrene, per consentire all’anima l’ascesa a gradi superiori di conoscenza e serenità.

A volte gli aspetti mistico-religiosi sono tuttavia abbandonati, e lo scopo è creare una disciplina ideale per mantenersi in forma e per fare fitness in modo delicato, adatto quindi a tutti.

Lo yoga che troviamo nei centri sportivi e nei corsi è definito Hatha yoga e si basa sull’esecuzione degli asana (le posizioni).

Durante una lezione di yoga gli obiettivi di cui beneficia il cliente sono quindi il rafforzamento del corpo, l’acquisizione di flessibilità, il controllo del respiro, il mantenimento dello stato di relax e la ricerca di sollievo da dolori cronici articolari e di natura reumatica.

Esistono però anche delle sfumature di questa disciplina oltre allo Hatha yoga, che hanno obiettivi diversi a seconda degli aspetti che li caratterizzano. Esistono ad esempio lo Yoga Nidra, che lavora sulla meditazione e il rilassamento, e il Power Yoga, una nuova concezione dello yoga, incentrata maggiormente sulla pratica fisica e sulla dinamicità dei movimenti.

Chi è e cosa fa un insegnante di yoga?

Partiamo con una domanda introduttiva. Chi è e cosa fa un insegnante di yoga? E’ un istruttore specializzato in grado di comprendere e trasferire ai propri studenti uno o più stili di yoga.

Può guidare lezioni di gruppo o individuali. Il suo percorso di insegnamento consiste nella pratica corretta dello yoga, ovvero le sue posizioni (asana), in sequenza o prese singolarmente, e gli esercizi di respirazione (pranayama) e meditazione.

Per essere un bravo insegnante di yoga devi quindi avere le seguenti caratteristiche:

  • Competenza nella pratica dello yoga;
  • Conoscenza teorica della filosofia yoga;
  • Capacità di osservazione per correggere le posizioni degli allievi;
  • Abilità nella didattica delle attività di fitness;
  • Ottima forma fisica, flessibilità e resistenza;
  • Capacità di comunicazione efficace;
  • Capacità di motivare e supportare gli studenti;
  • Competenza nella valutazione delle esigenze e potenzialità dei clienti;
  • Positività, energia ed entusiasmo.

Le certificazioni che servono per insegnare yoga

Se vuoi diventare insegnante di yoga è necessario che tu sia in possesso di una certificazione di idoneità, rilasciata in seguito al completamento dei corsi formativi migliori.

Sono normalmente rilasciati nelle sedi in cui si svolge il corso, ovvero sedi associative, scuole, enti di formazione e federazioni sportive. La certificazione di idoneità necessaria per iniziare questa attività varia a seconda del Paese in cui decidi di insegnare.

I corsi di formazione per diventare insegnante di yoga

Per diventare insegnante di yoga devi svolgere e portare a termine un corso formativo specifico. Esso comprende lo studio della filosofia, dell’anatomia yogica, le tecniche di meditazione e visualizzazione e le strategie e modalità di insegnamento.

Dopo un periodo di approfondimento teorico inizierai un percorso pratico, in cui ti verrà proposta un’esercitazione assidua dello yoga sotto la guida di maestri esperti. In alcuni corsi è possibile approfondire anche lo studio dei mudra (i gesti simbolici delle mani), dei principi ayurvedici, della storia del sanscrito e della cultura hind̀u.

E’ utile inoltre possedere delle competenze in ambito fitness e wellness (mediante una laurea in Scienze Motorie, un diploma di istruttore sportivo o un diploma come operatore olistico e del benessere ad esempio).

Tra i migliori corsi (con relative certificazione per la pratica dell’insegnamento) puoi trovare (online e non):

Le prospettive di lavoro

Lo yoga a livello professionale apre davvero numerose strade all’aspirante insegnante, soprattutto se decide di approfondire le discipline più particolari, quali l’Ashtanga, il Vinyasa, la Kundalini, il Bikram ecc.

Puoi decidere in alternativa di offrire corsi di yoga specifici per determinate fasce di pubblico, ad esempio lo yoga per bambini, lo yoga pre e post parto, lo yoga per sportivi o per chi soffre di dolori cronici.

Se diventerai particolarmente esperto, grazie alla pratica e l’esperienza, potresti passare da istruttore a maestro yoga, In questo caso potrai non solo offrire lezioni al pubblico, ma anche istruire i futuri insegnanti. Come attività complementare puoi diventare esperto di nutrizione ayurvedica e alimentazione energetica.

Quanto puoi guadagnare come insegnante yoga?

L’articolo si conclude con la classica domanda finale. Quanto posso guadagnare insegnando yoga? Lo stipendio di un insegnante di yoga si aggira intorno ai 1.700 € netti al mese, che equivalgono a circa 30 € lordi all’ora. Ciò significa che questa professione ti darà la possibilità di guadagnare circa 150 € in più (che corrisponde al 10%) rispetto alla media dei professionisti in Italia.

Puoi partire da uno stipendio minimo di 750 € netti al mese e arrivare, con esperienza e impegno, ad uno stipendio massimo di circa 3.800 € netti al mese.

Ti interessa questa professione o sei già un insegnante e vuoi lasciarci la tua testimonianza? Siamo qui per questo: raccontaci la tua storia nei commenti, la pubblicheremo.

Eleonora Zizzi

Nasco a Pinerolo, il 13 giugno del 1996. Fin da piccola, nonostante le difficoltà e il mio guerreggiare contro ogni dogma e stereotipo, ho sempre avuto nobili obiettivi in testa. A quattordici anni inizio il mio percorso liceale presso l’Istituto Porporato di Pinerolo - indirizzo Scienze Umane. Cinque anni dopo conseguo il diploma.

Faccio contemporaneamente chiarezza su cosa voglio davvero dalla vita: scrivere. Amo la scrittura creativa e viaggiare con la mente. In questi anni il mio percorso professionale e formativo, o meglio la mia storia, affonda le sue prime, acerbe radici.

Tutto ha origine con una grande passione per la poesia. Partecipo ai miei primi concorsi letterari e con mia grande gioia ottengo buoni risultati: menzioni d’onore e un attestato di vittoria. Tutto ciò mi entusiasma e i miei progetti in breve sono illimitati. Ho sempre voglia di scrivere.

Negli ultimi anni, tra alti e bassi, per molti le normali sfide della vita, la mia sete formativa si intensifica. Affino dunque le mie competenze nel copywriting, nello storytelling e nella SEO.

Commenta

Seguici su